Contenuto principale

Voto degli elettori temporaneamente all'estero

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento dei referendum, nonché i familiari con loro conviventi, possono esercitare il diritto di voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani, previa espressa opzione valida solo per questa consultazione.

 

Tali elettori devono far pervenire, entro mercoledì 26 aprile (con possibilità di revoca entro lo stesso termine), al Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, una dichiarazione di opzione di voto all'estero.

Si allega modulo di domanda da far pervenire tramite fax al 037168322 – tramite mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tramite posta all’indirizzo Piazza del Palazzo, 2 – 26832 Galgagnano (LO).

Si ricorda che sono stati indetti per il 28 maggio 2017 due referendum popolari: Abrogazione delle disposizioni sul lavoro accessorio (voucher) e Abrogazione delle disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti. Affinchè i referendum siano dichiarati ufficialmente annullati, occorre attendere il parere definitivo della Corte di Cassazione, e fino a quel momento le procedure e le scadenze previste dalle normative in materia di Referendum abrogative devono essere applicate e rispettate.